sabato 21 novembre 2015

ECOBONUS 2016: SGRAVI PER GLI IMPIANTI SOLARI

La Legge di Stabilità 2016 ha prorogato fino al dicembre 2016 l’Ecobonus statale. 

È, dunque, stata rinnovata la possibilità di avere sgravi fiscali sugli interventi a favore del risparmio energetico di abitazioni civili e non solo. Il prolungamento ha coinvolto, infatti, anche l’edilizia pubblica, i capannoni industriali e gli stabilimenti delle imprese.

Sull'argomento: Antonio Fago: tutti uniti per l'ambiente.

IMIT Control System è una delle imprese leader nella produzione di componenti industriali per la regolazione termica di sistemi per fonti di energie rinnovabili.

L’offerta riguarda in particolare componenti dall’alto profilo tecnico e di ottima qualità come i moduli per l’interfacciamento tra una caldaia tradizionale e il sistema a pannelli solari ( Watersunny S e C). L’azienda dispone, inoltre, di una vasta gamma di termostati elettronici differenziali per pannelli solari come, ad esempio, Sunny Simple pensato per confrontare la temperatura del fluido circolante nel collettore con quella dell’acqua del boiler, o Sunny Plus che, grazie a 3 ingressi per sonde di temperatura e due uscite per le pompe di circolazione, permette di gestire diverse configurazioni di impianti termici, impiegando simultaneamente diverse fonti di energia. L’intera gamma di prodotti IMIT Control System per il solare termico permette la massima flessibilità nella gestione di più sorgenti di calore.

La detrazione fiscale del 65% riguarda gli interventi di riqualificazione energetica fino a 100.000 euro apportati su edifici esistenti. Tra le attività che rientrano nell’Ecobonus 2016 vi sono la coibentazione, interventi sulla climatizzazione invernale, ma soprattutto sul cambiamento o l’installazione degli impianti di riscaldamento che sfruttano le energie rinnovabili. Una sezione dell’Ecobonus 2016 riguarda, infatti, l’installazione di pannelli solari: sono ammissibili impianti garantiti per almeno cinque anni, i cui componenti elettrici siano garantiti almeno due anni e che siano conformi alle norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976. Sono ammessi anche pannelli solari in autocostruzione, ma di questi deve essere prodotto l’attestato di partecipazione a uno specifico corso di formazione.

Nessun commento:

Posta un commento