venerdì 22 gennaio 2016

MINISTRO GALLETTI: DA UNESCO GRANDE CHANCE AL PARTO DEL DELTA DEL PO

Il ministro dell'Ambiente Gianluca Galletti, a Rovigo per l'incontro «Delta del Po, riserva biosfera dell'Unesco» ha fatto alcuen dichiarazioni sul problema delle trivellazioni in Adriatico : «Il riconoscimento Mab Unesco al parco del Delta del Po è frutto di un gioco di squadra tra ministero, istituzioni, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e cittadini: siamo stati capaci di valorizzare la storia, la cultura e il riconoscimento dell'Unesco è importante per far crescere la zona, a livello economico e turistico, ma bisogna continuare a lavorare assieme». 

Antonio Fago con il Ministro Gianluca Galletti
Il ministro ha poi ricordato che ci sono delle norme «che regolano le trivellazioni che oggi sono vietate entro le 12 miglia. Stiamo parlando quindi di trivellazioni al largo che non hanno nessun impatto sul territorio e poi abbiamo lo standard di sicurezza più elevato in Europa. Oggi il problema non c'è, la polemica è sul nulla». Sul problema dello smog e segnatamente delle polveri sottili, ha rilevato che c'è «Un tavolo tra regioni e ministero istituito a livello nazionale, un tavolo di approfondimento dal quale è emerso che abbiamo risorse da spendere, quindi continueremo a fare un percorso assieme per diminuire il problema».

giovedì 21 gennaio 2016

APPLE INVESTE IN ITALIA: A NAPOLI IL PRIMO CENTRO DI SVILUPPO EUROPEO

È il secondo big della digital economy che annuncia di investire in Italia in pochi giorni, dopo Cisco (ne abbiamo parlato proprio ieri qui) che ha deciso di investire 100 milioni per la digitalizzazione del paese, partendo dalle startup. L'Italia si muove! 

Quando era venuto in Italia a ottobre, il numero uno di Apple Tim Cook (qui la nostra notizia) aveva lodato l’Italia, «un Paese che ha dimostrato come l’eccellenza significhi fare meglio e non necessariamente produrre di più». Forse anche per questo Apple ha annunciato il primo investimento nel nostro Paese che esula dalla propria filiale milanese e dalle rete commerciale: l’azienda di Cupertino farà nascere il Centro di Sviluppo App iOS d’Europa proprio a Napoli, per fornire agli studenti competenze pratiche e formazione sullo sviluppo di app iOS per l’ecosistema di app più innovativo e vivace al mondo. 
Il Centro di Sviluppo App iOS, sarà situato in un' istituzione partner a Napoli, sosterrà gli insegnanti e fornirà un indirizzo specialistico preparando migliaia di futuri sviluppatori a far parte della fiorente comunità di sviluppatori Apple. Inoltre, Apple lavorerà con partner in tutta Italia che forniscono formazione per sviluppatori per completare questo curriculum e creare ulteriori opportunità per gli studenti. Apple prevede di ampliare questo programma estendendolo ad altri paesi a livello mondiale.
"L'Europa è la patria di alcuni degli sviluppatori più creativi al mondo e siamo entusiasti di aiutare la prossima generazione di imprenditori in Italia ad acquisire le competenze necessarie per avere successo", ha affermato Tim Cook, CEO di Apple. "Il fenomenale successo dell'App Store è una delle forze trainanti dietro gli oltre 1,4 milioni di posti di lavoro che Apple ha creato in Europa e presenta opportunità illimitate per le persone di tutte le età e aziende di ogni dimensione in tutto il continente."
Apple è un potente motore di crescita in tutta Europa e l'ecosistema dell'azienda ora supporta oltre 1,4 milioni di posti di lavoro, tra cui 1,2 milioni attribuibili alla comunità di creatori di app, ingegneri software e imprenditori che creano app per iOS, così come lavori non legati alla tecnologia sostenuti direttamente e indirettamente dall’app economy.*
La crescita senza precedenti di App Store ha aiutato gli sviluppatori in Europa a guadagnare oltre 10,2 miliardi di euro dalla vendita delle loro app in tutto il mondo.
In Italia, oltre 75.000 posti di lavoro sono attribuibili all’App Store e la comunità degli sviluppatori è vivace. IK Multimedia ha lanciato la sua prima app nel 2009 e da allora ha avuto oltre 25 milioni di download. Musement, lanciata nel 2013, è ora disponibile in sette lingue e 300 città in 50 paesi, rendendo facile per le persone prenotare viaggi ed escursioni in mobilità.
Roberto Macina, CEO e fondatore di Qurami, ha detto: “Apple è costantemente all’avanguardia dell’innovazione e questo ci sprona a creare la migliore esperienza mobile, capace di rendere la vita più facile ai nostri clienti. L’ecosistema Apple è il centro attorno a cui ruota il nostro lavoro, e, potendo creare codice per tutti i sistemi operativi Apple, è bastato davvero poco per portare Qurami su ogni dispositivo: iPhone, iPad e Apple Watch."
Migliaia di aziende si stanno espandendo grazie al loro lavoro con Apple, che supporta centinaia di migliaia di posti di lavoro nelle piccole e grandi comunità in tutta Europa. Laboratorio Elettrofisico con sede a Milano costruisce alcune delle più sofisticate apparecchiature di magnetizzazione al mondo e la loro tecnologia consente alcune delle caratteristiche magnetiche all'avanguardia nel settore che si trovano nei prodotti Apple. Apple lavora inoltre con i principali produttori europei di MEMS (Micro-Electro-Mechanical Systems), che creano microscopici componenti che rappresentano il cuore di alcuni incredibili sensori e tecnologie audio all’interno dei dispositivi iOS.
*Stima sull’impatto occupazionale basata sulla ricerca del Dr. Michael Mandel, Progressive Policy Institute. "App Economy Jobs in Europa”, 21 gennaio 2016
Apple ha rivoluzionato la tecnologia personale con l'introduzione del Macintosh nel 1984. Ancora oggi Apple guida il mondo dell'innovazione con iPhone, iPad, Mac e Apple Watch. Le tre piattaforme software di Apple - iOS, OS X e watchOS - forniscono un'esperienza fluida e continua su tutti i dispositivi Apple e offrono alle persone servizi innovativi, tra cui App Store, Apple Music, Apple Pay e iCloud. I 100.000 dipendenti Apple si impegnano per realizzare i migliori prodotti sul pianeta, e lasciare il mondo migliore di come lo abbiamo trovato.
Per saperne di più su “Apple e la creazione di lavoro in Europa” visita http://www.apple.com/it/job-creation/
Fonte: Apple Italia 

martedì 19 gennaio 2016

OPPORTUNITÀ DI LAVORO PER IL 2016

embrano essere buone le previsioni relative al mondo del lavoro per il 2016 con il numero di occupati in lieve crescita anche in riferimento agli anni passati. Vediamo come muoversi per riuscire a trovare un occupazione in questo momento di ripresa.
 
Nel 2015 abbiamo visto l'economia italiana in lieve ma continua ripresa. Questo ha decisamente giovato anche al mercato del lavoro, che già aveva mostrato notevoli miglioramenti grazie alla riforma e alle normative entrate in vigore con il Job Act.
Il risultato è stato che, negli ultimi tempi, il numero dei disoccupati italiani è notevolmente diminuito, mentre sono stati registrati migliaia di contratti a tempo indeterminato. Fortunatamente, si prevede che il numero di italiani occupati a Pordenone e in tutta Italia continuerà ad aumentare anche nel 2016. A questo proposito, ecco le previsioni sulla futura situazione lavorativa, le offerte di lavoro a Pordenone e dintorni, e anche alcuni consigli utili.

Le previsioni del Centro Studi di Confindustria parlano chiaro e si concretizzano in interessanti percentuali. Infatti, i dati confermano che nel 2016 verrà registrato un ulteriore incremento di occupati che, sommato al risultato del 2015, arriverà ad un totale di 494mila assunti in più rispetto al biennio 2013-2014. Conseguentemente, i tassi di disoccupazione caleranno in maniera notevole: probabilmente dell'11,8%. Perciò, si tratta di ottime previsioni, dovute anche alla stima delle nuove opportunità lavorative che si identificano in ben 500mila posti di lavoro disponibili. Tutto questo è merito soprattutto degli incentivi proposti dallo Stato alle aziende e dalla lieve ma costante ripresa dell'economia italiana, ma anche dalla maggiore flessibilità delle banche e dai tassi d'interesse ridotti che consentono a molte aziende di rilanciarsi grazie a finanziamenti più convenienti e concessi con più semplicità. Questa situazione sta portando l’Italia a reagire nel modo giusto e più decisivo, aiutando così il mercato del lavoro a rinascere e a permettere ai disoccupati di trovare finalmente un buon lavoro.

Perciò, questo 2016 si rivelerà l'anno ideale per molti italiani in cerca di un impiego, ma sarà importante mettersi in gioco utilizzando ogni mezzo. Infatti, come ben sappiamo, le modalità di ricerca sono molte e la soluzione migliore è metterle in atto contemporaneamente. Perciò, la prima cosa da fare è revisionare il curriculum e sistemarlo in base al formato europeo. In seguito, oltre al file virtuale, sarà ovviamente opportuno stampare un po' di copie e portarle nelle aziende che potrebbero rivelarsi ideali in base alle proprie abilità ed esperienze, nonché alle agenzie e negli uffici che si occupano proprio di aiutare i cittadini a trovare lavoro.

Nel frattempo, il suggerimento è quello di collegarsi costantemente sui siti di annunci di lavoro a pordenone ed altre località e di avvalersi dei giornali free press. Questi ultimi sono gratuiti proprio come i portali di annunci e sono reperibili anche nella città di Pordenone. Infatti, potranno essere trovati proprio all'interno o all'esterno di alcuni punti vendita, alle fermate degli autobus, nei luoghi pubblici, etc. Sia i siti che i giornali consentono di leggere le inserzioni e di rispondere all'offerta di lavoro scelta, oppure di inserire il proprio annuncio indicando le proprie abilità ed esperienze. In questo modo, è possibile rimanere costantemente aggiornati sulla situazione del lavoro di Pordenone e dintorni, avendo così molte più possibilità di trovare un impiego al più presto.

Fonte www.cittanostra.it